maschiettivsfemminucce

Come a quasi tutte le domande che mi pongono, anche a questa rispondo: DIPENDE.

Fisicamente parlando gli individui di sesso femminile sono avvantaggiati. Le donne hanno gli occhi strutturati in modo tale da avere una visione periferica migliore e pertanto possono cogliere più dettagli contemporaneamente. Si dice questa sia un’eredità del processo evolutivo in quanto maschietti e femminucce si sono evoluti diversamente. La popolazione maschile era prettamente dedita alla caccia e pertanto la selezione naturale ha portato avanti la caratteristica fisica più produttiva del potersi concentrare sulla singola preda evitando distrazioni. La popolazione femminile invece era prettamente dedita alla raccolta di bacche e all’accudimento della prole pertanto, una migliore visione periferica, permetteva una miglior difesa dagli attacchi di eventuali predatori e una miglior organizzazione dei cuccioli da controllare.

Ai giorni nostri questa differenza ha una nota comica.

Tanto le donne quanto gli uomini, appena incontrano un individuo del sesso opposto, effettuano una valutazione sommaria e cercano di capire se può andare bene come eventuale partner o meno. Il problema è che le femminucce avendo una visione periferica migliore lo fanno senza dare nell’occhio. Noi maschietti invece ci facciamo beccare subito appena lanciamo occhiate ai decolté e ai “lati B” delle femminucce.

Vi lascio immaginare la reazione delle nostre partner appena ci beccano a farlo…non c’è limite al peggio 😀

Scherzi a parte e tornando al quesito iniziale, la risposta non è da cercare nelle caratteristiche fisiche ma in quelle personali.

Non c’è un’effettiva differenza tra i due sessi ma ognuno di noi, indipendentemente dal proprio genere, ha una componente maschile e femminile.

Ci possono essere maschi con una forte componente maschile o una marcata componente femminile, femmine con una marcata componente femminile o con una forte componente maschile.

A scanso di equivoci, non c’è nessuna relazione tra lo sviluppo delle proprie componenti (maschile e femminile) e le preferenze sessuali dei singoli individui (etero, omo o promiscue).

Dopo tutte queste interessantissime informazioni, siamo giunti alla risposta al nostro quesito.

…rullo di tamburi…

Che siano maschietti o femminucce, le persone con una marcata componente femminile sono migliori nella lettura del linguaggio del corpo.

Perché?

Per la maggiore attenzione ai dettagli e per la velocità nel riuscire a coglierne il maggior numero nel minor tempo a disposizione.

Grazie per essere stati con me durante la lettura di questo articolo.

Ci vediamo al prossimo post.

Ramon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *