saluto militareTutti noi conosciamo il saluto militare. Sappiamo perfettamente che consiste nel portarsi rapidamente la mano rigida all’altezza della fronte e mettersi sull’attenti.

È una scena che abbiamo visto tantissime volte di persona oppure in qualche film maaa non tutti conoscono le origini di tale gesto.

Ci sono varie ipotesi in merito ma la più accreditata rimane quella che prende origine nel medioevo.

Si dice infatti che il saluto militare sia una tradizione rimasta da un gesto ben più antico risalente a quell’epoca. I militari avevano l’obbligo di palesare la propria identità scoprendo il volto dall’elmo dell’armatura.

Dismesso l’uso dell’armatura il gesto si è portato avanti con lo scoprirsi la testa dai copricapi in segno di rispetto, soprattutto nei confronti delle persone gerarchicamente più elevate.

Dal ‘700 in avanti vennero introdotti, nelle divise di ordinanza, copricapi molto ingombranti che per essere portati agevolmente dovevano essere assicurati al capo con delle cinghie che rendevano impraticabile il continuo “metti e togli” del cappello.

Si è deciso di adottare allora, per convenzione, il gesto di portare il braccio destro al capo in segno di saluto.

Condividi con i tuoi amici questo articolo e scopri tante altre curiosità continuando a leggere gli articoli del nostro blog…ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *